Open Source

Open Source

(termine inglese che significa sorgente aperto), in informatica, indica un software di cui gli autori (più precisamente, i detentori dei diritti) rendono pubblico il codice sorgente, favorendone il libero studio e permettendo a programmatori indipendenti di apportarvi modifiche ed estensioni. Questa possibilità è regolata tramite l'applicazione di apposite licenze d'uso. Il fenomeno ha tratto grande beneficio da Internet, perché esso permette a programmatori distanti di coordinarsi e lavorare allo stesso progetto.

Fonte: Wikipedia

Applicazioni open source sono ormai disponibili per ogni tipologia di software aziendale, a partire da database (DBMS), Application Server e Web Server, fino alle applicazioni per ufficio,  ai software di monitoraggio di rete e per la sicurezza.

Per tutte queste categorie esistano alternative commerciali e ben mature. Quindi perchè scegliere software open source? Le ragioni sono diverse:

Qualità del software

Le aziende stanno scoprendo il grande valore del software open source e ottenendo il ROI (ritorno d’investimento) desiderato. La qualità del software open source ha raggiunto o superato le aspettative del 92 percento dei partecipanti di un recente sondaggio condotto da  Forrester Research. Nel frattempo, l’87 per cento degli intervistati ha dichiarato che il software open source  ha fornito i risparmi sui costi che speravano di ottenere.

Ridotti tempi e costi d’avvio

I processi d’acquisto e i costi d’avvio associati sono minimi per il software open source – almeno per i progetti pilota e i rollout iniziali. Le aziende possono utilizzare le versioni gratuite dei software per avviare un progetto senza dover sopportare lunghi processi di vendita che spesso accompagnano i progetti pilota con il software commerciale. Inoltre, ci sono decine di aziende che implementano  funzionalità aggiuntive, grazie al codice liberamente disponibile, il che porta un valore aggiunto che spesso consente di implementare facilmente il software open source in ambiente di produzione ad agevolare il “deploy”. I limitati costi e il modello di distribuzione consentono alle aziende di dedicare maggiori porzioni del loro budget per le personalizzazioni, le funzionalità e le innovazioni che contano davvero.

Maggior sicurezza

Le applicazioni open source possono essere ancora più sicure rispetto alle loro equivalenti commerciali. Le comunità open source vengono continuamente allertate circa le vulnerabilità di sicurezza scoperte. I bug scoperti vengono chiusi ad una velocità doppia rispetto ai produttori di software commerciale. Le comunità open source possono sembrare caotiche e talvolta irritabili, ma possono essere molto agili e coese quando realmente conta. Hanno più volte dimostrato di poter fare un ottimo lavoro nella ricerca, individuazione e risoluzione di vulnerabilità e nel veloce rilascio di Patch di sicurezza. Inoltre, il lavoro di queste comunità open source è spesso finanziato da fornitori che offrono supporto commerciale, il che ha consentito un incremento drammatico di applicazioni open source nel mercato enterprise.

Il software open source ha dimostrato di riuscire a riscuotere un forte consenso permettendo di ridurre i costi e migliorare la sicurezza, soddisfacendo appieno i più essenziali requisiti aziendali.